Cuochi al Vinitaly

VERONA - Dalla cooperativa di Trastevere ai grandi chef internazionali del Vinitaly, a Veronafiere dal 25 al 28 marzo prossimi. La Trattoria de 'Gli Amici', progetto della Comunità di Sant'Egidio per favorire l'inserimento e l'integrazione delle persone disabili nel mondo del lavoro, farà il proprio debutto accanto alle star culinarie presenti nella 'Cittadella della gastronomia', allestita alla Fiera di Verona in occasione della rassegna mondiale del vino.

Una promozione sul campo per i 16 ragazzi disabili che lavorano in trattoria, conquistata grazie al successo delle specialità romane proposte e alla professionalità di un personale (cuochi, camerieri, sommelier) che prima di mettersi al lavoro ha frequentato con successo i corsi di 'cucina inclusiva' organizzati da Sant'Egidio. Al Vinitaly in primo piano è soprattutto l'utilità dell'iniziativa, che è una sorta di fucina della solidarietà. I vini sono infatti quelli di Wine for Life: un progetto della Comunità cui aderiscono grandi e piccoli produttori per la lotta contro l'Aids in Africa. Tutti gli utili della Trattoria, oltre ad alimentare un sistema di lavoro solidale, sono finalizzati all'autofinanziamento e al sostegno dei progetti di solidarietà internazionale della Comunità di Sant'Egidio. "La solidarietà rientra nel claim di Vinitaly 'The World We Love' - ha detto la brand manager di Vinitaly, Elena Amadini - e la rassegna mondiale del vino, che da anni fa da cassa di risonanza al progetto Wine for Life, quest'anno ha voluto riconoscere l'impegno e la professionalità dei ragazzi della comunità di Sant'Egidio". Per il portavoce della Comunità di Sant'Egidio, Mario Marazziti, "la solidarietà è un valore aggiunto per uscire dalla crisi. Un grande prodotto italiano che si unisce alla qualità, unica, del cibo e del vino tricolore nel mondo. E' questa la proposta della Comunità di Sant'Egidio con i programmi Wine e Food for Life. La Trattoria de Gli Amici è la punta avanzata di questo: disabili che non sono un peso per la ristorazione e le aziende, ma qualità in più. Professionalità, clima, attenzione. Da difficoltà a chance. Un percorso oggi replicabile anche in altri settori del nostro Paese. Grazie a Vinitaly per aver fatto questa scelta con noi". A seguire il gruppo di 8 ragazzi in trasferta a Verona - tra questi anche un sommelier astemio - i volontari della Comunità. Alla 'Cittadella della gastronomia' la Trattoria sarà guidata dallo chef Marco Milani e alle pareti saranno esposti i quadri realizzati dagli artisti disabili dei Laboratori d'arte della Comunità di Sant'Egidio.
BIGtheme.net Joomla 3.3 Templates