I vini bianchi superano i vini rossi

Gorizia, 2 nov. - Il consumo di vini bianchi, in Italia, ha superato quello dei rossi e rosati: 55% contro 45% in base ai dati Assoenologi. Il dato e' emerso oggi nel corso della presentazione di 'The Wine Advocate', convegno internazionale che approdera' a Gorizia l'11 e 12 novembre, con Antonio Galloni e Robert Parker (per il Los Angeles Times "il piu' influente scrittore del vino nel mondo al giorno d'oggi", per Time "il suo gusto e' infallibile").

Una crescita quella dei vini bianchi che si registra anche all'estero e soprattutto negli Stati Uniti, uno dei mercati di punta per l'export del comparto vitivinicolo del Fvg, dove l'incremento dei consumi dei vini bianchi e' del 19,8%. Per l'anno prossimo Assoenologi prevede un ulteriore balzo in avanti del 10%. Questi anche i motivi perche' il Consorzio di tutela Collio e Carso sta puntando alla promozione del brand del territorio nei mercati emergenti di Stati Uniti, Paesi Bric e Asia, grazie ai fondi Ocm vino: un progetto che partira' l'anno prossimo, per concludersi nel 2014, con un investimento ingente: 3,4 milioni di euro. In Europa, invece, il Consorzio sta avviando un progetto di promozione in Germania e Austria. Con iniziative cui aderisce l'intero sistema, e attraverso la forte propensione alla internazionalizzazione delle imprese, il Collio e' riuscito ad affermare nei mercati esteri le referenze piu' identificative di territorio (come Collio Bianco o Ribolla Gialla) e a registrare una percentuale d'export superiore della media regionale. Oggi l export del vino italiano vale 3.917,4 milioni di euro e il Friuli Venezia Giulia rappresenta circa il 2% con 65,5 milioni di euro. La produzione del Collio ammonta a 6 milioni di bottiglie con una percentuale dell'80% di vini bianchi. Il valore al consumo e' di circa 200 milioni di euro.
Fonte: AGI
BIGtheme.net Joomla 3.3 Templates