Vino on line

Il Web è l'habitat del consumatore di vino del 2011. Il produttore invece, quando frequenta o utilizza la rete lo fa male. L'ha spiegato Giampiero Nadali, wine blogger veronese e titolare dell'agenzia di consulenza strategica Fermenti Digitali, ai vitivinicoltori della Franciacorta. L'OCCASIONE è stato un seminario del Consorzio per la Tutela del vino Franciacorta.

«Anche se vino e tecnologie sembrano due pianeti molto distanti - ha detto Nadali -, è necessario che i produttori di vino imparino a governarla interfacciandosi con il nuovo consumatore. Sono cambiati i clienti e gli intermediari che sono stati sostituiti da nuove forme di comunicazione». Il protagonista assoluto della rivoluzione è Internet. «L'opinione del consumatore - spiega Nadali - si può diffondere in pochi secondi e può raggiungere ogni parte del mondo. Per questo le aziende che producono vino non possono ignorare il potere che oggi hanno i dei consumatori. Devono sfruttarlo per ristrutturare il proprio modello di business».
Alla rivoluzione del Web e dei social network il Consorzio Franciacorta ha risposto con tre progetti, curati dall'agenzia di comunicazione bresciana New Target Web. Il nuovo sito (franciacorta.net), la newsletter, che informa sulle attività del Consorzio e mette in circolazione le sue notizie, e nelle prossime settimane infine arriverà l'applicazione per l'iPhone. «Nel 2011 è stato raggiunto il pareggio tra chi si connette ad internet con sistemi mobili e chi lo fa da fisso - spiega Filippo Stefanelli di New Target -. L'app è studiata per chi si connette in mobilità».

BIGtheme.net Joomla 3.3 Templates